Il deficit Democratico

Il diritto emergenziale deve rispettare i principi democratici anche e soprattutto nella pandemia, ne va della tenuta del sistema nel suo complesso.

Prima o poi si uscirà dalla pandemia da Covid-19. L’umanità, in passato, ha già superato altre durissime prove, ben più pericolose, uscendone sempre viva, riportando più di una semplice frattura alle ossa. Superare la crisi economica e finanziaria che sta avanzando sarà, invece, decisamente più difficile. Si assisterà sicuramente ad un crollo del PIL, congiunto ad un fabbisogno di liquidità da iniettare nel sistema, se non altro per consentire alla popolazione di soprav-vivere. Queste sono ormai due certezze, di cui tutti ne sono consapevoli.


Dal punto di vista giuridico e sociale, invece, allo scopo di fronteggiare l’emergenza coronavirus, il governo ha adottato misure extra ordinem, non ricorrenti prima  d’ora nella storia repubblicana.
Tali misure sono state giustificate dallo stato di eccezione, dichiarato in presenza di un’emergenza sanitaria, la quale avrebbe imposto di sospendere il rispetto dello Stato di Diritto, al fine di dedicare ogni energia al superamento dell’emergenza medesima...

Leggi il contributo pubblicato su Banca Finanza di Alberto Rizzo, Avvocato Cassazionista e Direttore Generale dell'Accademia di Educazione Finanziaria. download pdf ⇓

 

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per essere sempre informato.

Piazza Cavour, 10 
12038 Savigliano, CN 
+393791217201
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
CF 94048900040

DisclaimerPrivacy Policy | Cookie Policy